Home ›› Blog ›› Cookie Law

Cookie Law

Navigando in rete, già da qualche mese, vi sarà capitato di imbattervi sempre più spesso in banner che riportano diciture del tipo "Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori (leggi l'informativa estesa). Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso".
Questo perché il prossimo 2 giugno 2015 diventerà operativo il provvedimento del Garante della privacy in materia di cookie (n.229/2014)" Modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie", recependo una normativa Europea (Cookie Law).

Dal 2 giugno 2015 i gestori di blog e siti web dovranno attenersi alle disposizioni del Garante della privacy in materia di cookie e privacy, per non rischiare di incorrere in sanzioni veramente ingenti.

Ma cosa sono i Cookie?
I cookie sono stringhe di testo che un sito internet salva sul terminale dell'utente durante la visita. Un cookie può contenere dati diversi come, ad esempio, il nome del server da cui proviene, un identificatore numerico, ecc.. I cookie possono rimanere nel sistema per la durata di una sessione (cioè fino a che non si chiude il browser utilizzato per la navigazione sul web) o per lunghi periodi.
La normativa distingue i cookie in tre grandi macrocategorie, secondo il loro scopo, e indica quali prescrizioni deve rispettare il titolare di un sito che faccia uso di una o più di queste categorie di cookie:
- cookie tecnici: spesso utili per velocizzare la navigazione o la conclusione di acquisti, facendo sì ad esempio che un sito ci riconosca in automatico se siamo già registrati  
- cookie di profilazione: rientrano in questa categoria i cookie che permettono di tener traccia delle preferenze di un utente, proponendoci ad esempio offerte di voli per la sardegna dopo che abbiamo visitato il sito di un tour operator,
- cookie di terze parti: rientrano in questa categoria i cookie di servizi esterni come Google Analytics, utilizzati per ottenere le statistiche dei visitatori di un sito internet.
Purtroppo nella pratica non sempre è facile stabilire il confine fra una categoria e l'altra, non trattandosi di una distinzione prettamente tecnica, tuttavia è fondamentale poiché la normativa prevede prescrizioni differenti a seconda della categoria di cookie che il sito utilizza.

Il titolare/gestore del sito dovrà pertanto:
1) identificare tutte le categorie di cookie installati dal proprio sito e le loro finalità (cookie di prima parte);
2) identifificare le terze parti che, attraverso il sito del titolare, potrebbero inviare dei cookie;
3) identifificare i link alle privacy policy e ai moduli di consenso delle terze parti con le quali il titolare/gestore del sito ha stipulato accordi per l’invio dei cookie dal medesimo sito (ove disponibili).  
4) aggiornare le privacy policy.

Inoltre sarà necessario apportare alcune modifiche al codice del sito ed in particolare:
1) isolare con un identifificatore specififico tutte le porzioni di codice che installano servizi terzi che potrebbero utilizzare cookie; 2) inserire un codice in tutte le pagine per gestire la visualizzazionedel banner/informativa;
3) fare in modo che tale codice interagisca con le preferenze dell'utente come indicato dal banner/informativa. 

Ogni utente che visita il sito verrà informato dell'uso di cookie tramite una prima informativa breve (banner / informativa) e un’informativa estesa, accessibile tramite un link nell’informativa breve, nonché tramite un link in calce ad ogni pagina del sito aggiornata. L’informativa breve può non essere presente laddove il sito utilizzi solo cookie tecnici.
Ecco un esempio di testo per l’informativa breve per i siti che rilasciano anche o solo cookie di profilazione di terzi "Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie". 

Attenzione, come indicato dal Garante, la violazione della normativa relativa ai cookie potrebbe comportare l’applicazione di sanzioni molto onerose per il titolare / gestore del sito internet! In particolare, per il caso di omessa informativa o di informativa inidonea, ossia che non presenti gli elementi indicati, oltre che nelle previsioni di cui all’art. 13 del Codice Privacy, nel Provvedimento del Garante, è prevista la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da seimila a trentaseimila euro (art. 161 del Codice Privacy). L’installazione di cookie sui terminali degli utenti in assenza del preventivo consenso degli stessi comporta, invece, la sanzione del pagamento di una somma da diecimila a centoventimila euro (art. 162, comma 2-bis, del Codice Privacy). Inoltre, l’omessa o incompleta notificazione al Garante (art. 37, comma 1, lett. d), del Codice Privacy) è sanzionata con il pagamento di una somma da ventimila a centoventimila euro (art. 163 del Codice Privacy). 

Per ulteriori approfondimenti invitiamo a consultare il sito del Garante della Privacy e a consultare la guida in formato pdf Cookie Istruzioni per l'us



LEGGI ANCHE

Indicizzazione e posizionamento dei siti internet

L'indicizzazione di un sito internet è in grado di determinarne il successo o l'oblio nella rete, per questo il lavoro sul posizionamento è alla base del Web Marketing

Accessibilità dei siti internet ai disabili

L'accessibilità è la caratteristica di un dispositivo, di un servizio o di una risorsa d'essere fruibile con facilità da una qualsiasi tipologia d'utente, incluse persone con ridotta o impedita capacità sensoriale, motoria, o psichica, di fruire dei sistemi informatici e delle risorse a disposizione tipicamente attraverso l'uso di tecnologie assistive o tramite il rispetto di requisiti di accessibilità dei prodotti.

La Pubblica Amministrazione in rete

Ormai quasi tutti gli enti pubblici hanno un sito internet ma quelli che attraverso la rete offrono servizi concreti ai cittadini sono ancora solo una felice eccezione.
Il motivo è che non sempre a monte dei progetti c'è una riflessione adeguata sulle ragioni che dovrebbero spingere un'istituzione a pubblicare un sito, venendo così a mancare l'adeguata considerazione del progetto da parte dell'ufficio che si fa promotore del progetto (solitamente l'ufficio relazioni con il pubblico)

La sfida raccolta dalla comunicazione pubblica oggi, riguarda la capacità di realizzare luoghi, iniziative, professioni, finalizzate ad attivare processi di confronto, di relazione e di scambio fra le istituzioni e i cittadini.
Per vincerla è necessario che la fondamentale acquisizione che oggi l’informazione diventa risorsa primaria, entri in tutti gli uffici pubblici.
Solo così è possibile valorizzare il ruolo e le potenzialità della comunicazione pubblica: dare impulso, trasparenza, comprensione e condivisione alla stessa azione amministrativa. [...].

La comunicazione

La comunicazione è per gli esseri umani ciò che l'acqua è per i pesci: ci viviamo immersi, pur senza esserne consapevoli.

Il nostro nuovo sito... finalmente

Il calzolaio ha (quasi) sempre le scarpe rotte...

Anno nuovo... ufficio nuovo

Finalmente abbiamo traslocato nei nuovi uffici di Monsummano terme, vieni a trovarci ti offriamo volentieri un caffé!